16 Ottobre 2017
[]

News
percorso: Home > News > Pulcini "B" 2007

Pulcini "B" 2007: grande vittoria!!!

18-05-2017 12:14 - Pulcini "B" 2007
i 2007 Bianca della Football Sesto 2012 vincitori al torneo "Real Crescenzago"
Torneo "Real Crescenzago"

Domenica 7 maggio 2017

squadre partecipanti:
Football Sesto 2012, Rondinella, Pioltellese, Real Crescenzago, Cologno, Red Devils, Aldini.

Domenica 7 maggio siamo di scena al torneo organizzato dal Real Crescenzago.
Eccoci di nuovo pronti per un´altra giornata di calcio, divertimento, stare insieme.
Le comunioni e battesimi Rumeni (che durano 3-4 giorni) ci tolgono i servigi di Matteo, Lorenzo e Adrian e siamo quindi abbastanza "contati" per affrontare squadre attrezzate e agguerrite come i "cugini" della Rondinella, il Cologno, la Pioltellese e il Real Crescenzago padrone di casa.

Nei giorni precedenti all´evento le grandissime Wags si sbizzarriscono nell´organizzazione e preparazione di manicaretti e beveraggi per tutta la truppa.
Si eseguono sopralluoghi a Crescenzago per sincerarsi che tutto sia consono al livello del gruppo. C´è anche una team di meteorologhe che studiano le previsioni del tempo, e, dopo approfondite analisi, ecco sdoganato anche l´outfit: dopo giorni di pioggia in tribuna e in campo arriva l´autorizzazione a riproporre la mitica maglietta delle Wags...
Eh beh!

Il girone eliminatorio è subito molto impegnativo.
Pronti via ci aspetta la Polisportiva Red Devils.

Ora la porta degli spogliatoi si chiude, il mister non concede un respiro: adesso si fa sul serio.
Per tutto il torneo saremo più o meno così schierati: Fede Riva, il ragno nero, in porta, una garanzia.
In difesa con Nico e Gianlu non si passa.
La squadra è affidata a Fede Spino, che lì in mezzo canta e porta la croce.
Sulle fasce scorrazzano Pietro, Simone, Valentino e Albertino.
Là davanti il Cigno di Utrecht.
Ho detto tutto.
Per primi quindi arrivano i Red Devils, squadra attrezzata e ben messa in campo.
La gara è subito impegnativa, il campo pesante e ogni contrasto è una battaglia.
Si capisce subito che la difficoltà principale sarà la tenuta fisica dei ragazzi della Football Sesto che, con pochi cambi, faranno fatica.
Primo tempo equilibrato ma passiamo noi con Carlo dopo una bella azione corale.
Partita durissima, loro ci pressano ma non passano e noi ci "fumiamo" due gol già fatti.
Sembra comunque fatta ma ancora una volta, all´ultimo minuto, becchiamo gol su bella azione personale del loro 10 (di livello questo ragazzo) e noi ingenui.

Non c´è tempo per buttarci giù di morale perché subito ci attende la Pioltellese compagine ostica, legnosa e con ottime individualità.
...E noi siamo già un po´ stanchi.
Pronti via ed è subito un´altra battaglia!
In mezzo al campo loro sono piccoli, veloci e ficcanti, davanti hanno un numero 9 lento ma nerboruto e difficile da spostare.
La Football Sesto 2012 sempre sistemata bene, con Fede Spino che lì in mezzo dirige, si danna e mette in moto Pietro, Valentino, Simone e Alberto che è una bellezza.
Il biondo Carlo è troppo bello da vedere su questo campaccio.
Infatti fa sempre tutto bene ma poi sotto porta non è ancora killer sanguinoso.
Però dai e dai il nostro bomber ci regala il vantaggio che difendiamo alla grande per tutto il primo tempo e metà del secondo.
Poi chiudiamo la partita nel finale con Fede che sembra "Don" Andres Iniesta quando raccoglie un invito di Pietro e dal limite dell´area lascia partire un missile che si infila tra palo e portiere.
Via, Pioltellese regolata e siamo nella fase finale.

Tutti sotto la tribuna dove Pistone è già Capo Ultras e le Wags sono già pronte per il banchetto di mezzogiorno.
No, ma cosa sono le nostre Wags?
Belle, eleganti, classe da vendere e cuoche sopraffine: tutti ce le invidiano.
Qui si va dal pasticcio di spaghetti, cotolette imperiali, dall´insalata greca ai muffin e torte di mele con trionfo di cannella!
Il tutto annaffiato da ettolitri di birra e prosecchi.
Apparecchiato and made with love...
Con una pausa così non si poteva che ricominciare alla grande.

Regoliamo il Real Crescenzago A e B e voliamo in finale.
Da notare la bella prestazione di Simone che sulla fascia e davanti diventa sempre più pericoloso e del nostro brasiliano naturalizzato Alberto, che segna un gran gol dopo essersi bevuto di suola mezza difesa.
Sembrava tutto già disegnato per un grande derby in finale contro la Rondinella, e invece ritroviamo la squadra più rognosa e difficile da affrontare: la Pioltellese, che, dopo essere stato ad un passo dall´eliminazione, si ritrova meritatamente in finale più affamata che mai.

Eccoci qui.
Dopo una bellissima giornata lunga e stremante siamo alla resa dei conti.
Il discorso prefinale è molto semplice, ma arriva dritto al punto: abbiamo fatto vedere che siamo una squadra, che sappiamo divertirci e giocare a calcio.
Adesso visto che ci siamo, portiamocela anche a casa questa coppa.
Entriamo in campo e l´occhietto è quello della tigre.
Fede è un portiere fatto e finito: personalità, grinta da vendere, tiene in culla tutta la squadra.
Ci fa ripartire, comanda sui corner, fra i pali e in uscita non ce ne per nessuno.
Nico sembra Barzagli, una roccia, Gianlu un misto tra Bonucci e Dani Alves: martella e parte sulla fascia.
Fede, principe del centrocampo, macina gioco e chilometri con personalità e tempi giusti.
Valentino e Alberto volano sulla fascia destra e Carlo li fa impazzire tutti là davanti: che bomber il nostro biondo.
Pietro è stremato: ha preso per mano la squadra tutto il giorno e ora sta soffrendo, ma per lui non è finita qui.. vedrete.
Ci giochiamo il primo tempo alla grande, andiamo vicino al gol in diverse occasioni ma all´ultimo secondo del primo tempo veniamo puniti perché il calcio è anche questo.
Non abbiamo concretizzato il tanto lavoro e su corner ci infilano.
Pioltellese alle stelle, noi un treno in faccia.
Situazione spinosa per il mister e il suo fido e grande dirigente.
C´è da raddrizzare una partita più che ostica e in panchina nell´intervallo gli occhietti sono stremati e scoraggiati per il gol preso così...
In alcuni si intravede anche qualcos´altro.. normale...
Solo una cosa si può fare: appellarsi a quello che abbiamo tanto imparato sulla nostra pelle durante tutta questa bellissima e sfidante stagione: sempre tenere duro, sempre!
Mollare? Mai, mai!
Non poteva finire così.
Rientriamo in campo e siamo leoni.
Li pressiamo, si vede che vogliamo pareggiare.
Ma è incredibile.. La palla non entra.
Carlo due volte a tu per tu col portiere, Valentino tira fuori dopo una cavalcata alla Nicola Berti. Pietro lotta con tutte le forze rimaste ma non riesce a sfondare.
E quando con l´ultima goccia di energia, riceve da Nico e fionda una mina che si stampa sul palo, in panchina anche mister e dirigente si stringono e guardano in alto increduli.
Non può essere!
Però è proprio adesso che se sei sul fondo sei obbligato a risalire.
È proprio adesso che non si molla.
Mancano 5 minuti e non possiamo finire così.
Troppo abbiamo creato.
Quindi?
Quindi succede quello che alla fine è il giusto incedere delle cose del calcio.
Nico riceve da Fede Riva e scarica su Fede Spino, dribbling e allungo su Carlo che apre gli alettoni e difende un pallone preziosissimo, di platino: appoggio indietro a Pietro che orienta lo stop e scarica un destro a incrociare al curaro che rimbalza proprio davanti al portiere e, spinto da tribuna, panchina, compagni, SI INSACCA NELLA RETE!
In tribuna le Wags tutte in piedi, Pistone in canottiera guida i cori della fossa, in panchina ci abbracciamo.
Pietro realizza un gol pesante come un macigno: come devono fare i giocatori che fanno la differenza.
E se lo merita il ragazzo.
Abbiamo pareggiato e adesso il mister chiede il colpaccio.
Ci proviamo anche ma non c´è più tempo.
Ci sono i rigori.
Tensione a mille.
Si prendono le candidature: Pietro, Valentino, Gianluca, Carlo e l´impavido Alberto.
Fede Riva una maschera.
Per lui i consiglio dal mister: stai fermo, non ti buttare prima. Su cinque, tre sono già parati.
Si parte: Pietro e Vale glaciali. E Fede Riva ne para subito due. Carlo fuori di un soffio. Fede Riva para ancora. Su Gianlu miracolo del portiere. Ma Fede, altro che tre su cinque.. PARATO anche questo.
E via a riscuotere sotto la tribuna, A RISCUOTERE!

Ragazzi immensi si abbracciano felici.
Ci prendiamo la coppa. E ce lo meritiamo. I piccoli grandi giocatori 2007 della Football Sesto 2012, la curva grandissima, il dirigente ormai infartuato, il mister senza voce.

Emozionante la premiazione con i ragazzi in festa e la torcida e le Wags incontenibili.

Ora tutti in doccia a cantare e poi non è finita. Tutti al parco a festeggiare con la coppa.
La cosa bella è che avremmo festeggiato lo stesso, perché qui ci vogliamo divertire mentre impariamo a giocare al calcio.
Questa giornata un´esperienza che rimane.

Un saluto a tutti, mentre vanno le rotative arriva la notizia che i ragazzi si impongono con un sontuoso 4-0 sul Meda al torneo Solese.
Non finisce mai....
L´articolo un´altra volta però eh.

Antonio Balestrieri

formazione Football Sesto 2012 (squadra bianca):
Riva F., Spinelli, Brucellaria, Suffritti, Pieroni, Montemitro, Simonutti, Penna, Riva C.
Allenatore: Antonio Balestrieri
Dirigente Accompagnatore: Matteo Daniele Pieroni


Fonte: Antonio Balestrieri per Football Sesto 2012
[]
[]
[]